Inversione di rotazione del motore di un trapano a colonna (Valex TR23)

Ciao a tutti, finalmente sono riuscito a modificare il motore (made in China) del mio Valex TR23 per poter invertire il senso di rotazione.
Ho fatto questa modifica grazie all’aiuto che mi hanno dato gli utenti del fantastico forum di MECCANICA e DINTORNI! Grazie ancora a tutti! 🙂

Motore_000

Visto che le modifiche da fare non sono proprio semplici e i collegamenti interni sono differenti da quelli dei motori comunemente in commercio, ho pensato di riportare il procedimento qui.

Prima di iniziare vi mostro alcuni schemi di cablaggio interno dei motori.
Qui potete vedere un normale collegamento di un motore asincrono trifase usato come monofase.
Modificare un motore del genere è molto semplice: come potete vedere dall’immagine, per cambiare il senso di rotazione, basta spostare il collegamento del condensatore da U1 a V1 o vice versa.

Motore_001

Questo invece è lo schema del motore del mio Valex TR23.

Motore_002

Ci sono tre avvolgimenti, uno tra fase e neutro e gli altri due (di avvio) in parallelo.
Un condensatore sostituisce la terza fase durante la marcia, il secondo invece (quello più a destra) è usato solo per l’avvio del motore e viene automaticamente escluso da un interruttore centrifugo quando il motore raggiunge una certa velocità.

Per invertire la rotazione di un motore cablato in questo modo dovremo invertire i collegamenti come mostrato in questa immagine.

Motore_003

Ora vi mostro come procedere per modificare il motore.
Prima di iniziare assicuratevi di aver staccato la spina del trapano dalla presa!

Apriamo le “scatolette” sul motore (due dei condensatori e una di alimentazione) e scolleghiamo i cavi di alimentazione dal motore.

Motore_004

Io ho scollegato anche i condensatori per controllare i collegamenti interni con il tester, se vi fidate e siete sicuri di avere esattamente lo stesso motore potete lasciarli collegati.

Motore_005

Dopo aver controllato con il tester e dopo aver stressato gli amici del forum di MECCANICA e DINTORNI, sono riuscito a capire a cosa corrispondono i fili che escono dalla carcassa del motore.

Motore_006

Ecco lo schema con le lettere corrispondenti.

Motore_007

Togliamo la protezione della ventola, la ventolina e la puleggia aiutandoci con un estrattore e poi apriamo il motore.
Fate attenzione ad estrarre il rotore, ci sono due cavi collegati all’interruttore centrifugo che lo bloccano.
Scolleghiamoli prima di rimuoverlo completamente.
I due cavetti collegati all’interruttore sono quelli marroni che vedete nella foto.

Motore_008b

Ecco il rotore estratto.

Motore_009

Ecco un particolare dell’interruttore centrifugo.

Motore_010

Seguendo i cavi di alimentazione, individuiamo il punto in cui il cavo si divide e tagliamo i cordini che mantengono fermo il cablaggio.

Motore_011b

Tagliamo il filo che va verso l’avvolgimento di avvio e lasciamo collegato quello che va verso l’avvolgimento di marcia.
Naturalmente io ho tirato a indovinare e ho sbagliato..

Motore_012

Qui potete vedere che ho tagliato anche l’altro filo e ricollegato temporaneamente il primo.
Per capire se è il filo corretto basta controllare la continuità con il tester.

Motore_013

Facciamo lo stesso anche per l’altro cavo di alimentazione e cerchiamo di trovare subito il filo giusto.

Motore_014b

Inseriamo due fili nuovi attraverso il foro da cui entrano i cavi di alimentazione e li colleghiamo ai due fili precedentemente tagliati.

Motore_015

Saldiamo i due nuovi collegamenti e gli eventuali errori di taglio..

Motore_016

Copriamo le saldature e i fili scoperti con del nastro isolante e fissiamo tutti i cavi con delle fascette in modo che non ci sia nulla che possa muoversi all’interno del motore.

Motore_017

Ri-inseriamo il rotore nel suo alloggiamento e chiudiamo il motore.

Motore_018

Ricolleghiamo i condensatori (se li avete staccati precedentemente) e chiudiamo le scatolette di protezione.

Motore_019

A questo punto colleghiamo altri due fili alla morsettiera di alimentazione, uno sulla fase e uno sul neutro proveniente dall’alimentazione originale del trapano. Ricolleghiamo anche i fili che rientrano nella carcassa del motore e chiudiamo la scatoletta di alimentazione lasciando uscire i quattro nuovi fili.
Questi ci servono per invertire il senso di rotazione del motore.
Colleghiamo i 4 fili ad un invertitore che ci permette di incrociare i collegamenti.
Potete utilizzare un semplice invertitore per impianti civili o un selettore un po’ più professionale ed esteticamente più bello come questo.

Motore_025

Facciamo attenzione a non incrociarli in modo errato, ricontrollate la provenienza dei 4 fili se non ne siete sicuri: 2 dall’alimentazione e 2 dall’interno della carcassa del motore.
Ricolleghiamo tutto come nello schemino qui sotto e preghiamo che funzioni! 😉

Motore_026

Buon lavoro! 😀

3 Commenti

  • ciao checco mi potresti dare un informazione perche non sono stato in grado di trovarlo io attualmente ho un trapano valex da 89 euro ho un motore da 250 wat valex TR lo vorrei sostituire con uno da 1 cavallo ma non riesco a trovare il suo originale piu potente conoscsi qualcosa in merito

    • Kekko

      Ciao Massimiliano, il suo motore originale avrà la stessa potenza, non te li vendono di diverse potenze. Valex comunque importa dalla Cina e non è semplice trovare pezzi di ricambio, di solito, se hai problemi e sei in garanzia, ti sostituiscono tutto il trapano.
      Se vuoi sostituire il motore ti basta controllare le dimensioni della piastra di attacco, la distanza tra i fori e il diametro dell’albero, ne cerchi uno uguale con la potenza che desideri e sei a posto!
      Ti consiglio di cercare su siti di vendita dell’usato dove spesso si trova qualcosa (Subito, Kijiji..) oppure se lo vuoi nuovo guarda anche sul eBay o recati da un rivenditore (ma pagherai di più).
      Grazie per la visita.

      Ciaoo

  • ciao Kekko

    ho comprato anch’ io un valex TR 23 e ho la tua stessa intenzione, usarlo anche per maschiare, mi puoi dire :

    -con che velocità lo usi come maschiatore ?? ( 180 rpm )

    – fino a che misura riesci a maschiare ??

    grazie per le risposte

    nicola

Hai qualcosa da dire o suggerire? Lascia il tuo commento!

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi