Set 5, 2010 - Fai da te    26 Comments

Come costruire un barbecue in muratura

Desiderate un barbecue nel vostro giardino per poter organizzare feste tra amici o grigliatine domenicali in famiglia?

Avete girato tanti negozi di fai da te e avete notato che i caminetti prefabbricati hanno una superficie di cottura troppo piccola per i vostri 20 invitati?

Avete anche notato che il materiale con cui son costruiti si sgretola solo a guardarlo?

..ma soprattutto.. AVETE VISTO CHE PREZZI ASSURDI HANNO???

Con un minimo di intuito, manualità e pazienza potrete costruirvelo da soli risparmiando un sacco di soldi e sicuramente sarà più gratificante!

Vediamo passo passo come realizzare il nostro barbecue.

1111

Partiamo con il progetto base nel quale si stabiliscono le dimensioni e la complessità della struttura; queste dipendono dallo spazio a disposizione, dalla effettiva necessità di utilizzo (numero di persone mediamente presenti alle grigliate) e, da non sottovalutare, dalla capicità manuale di chi decide di farlo.

Avendo a disposizione spazio e avendo la necessità di fare grigliate per 12-15 persone il nostro progetto prevede una piastra di circa 100 x 50cm.

Usiamo blocchi di cemento da 50 x 20 x 8 cm. Per tagliare meno mattoni possibili e non avanzare pezzi usiamo la seguente disposizione dei mattoni alternando i due piani:

Di conseguenza la base della struttura risulterà circa di 116 x 75 cm.

L’altezza del piano di cottura solitamente è di 80-90 cm e lo spazio per la legna di 20-30 cm.

Come potete vedere dall’immagine il piano di cottura è posto a 100cm (5 blocchi da 20 cm) da terra, questo perché alla fine del lavoro andremo a ricoprire il terreno con le beole e questo si alzerà di 10-15 cm.

Ecco la vista frontale e laterale della struttura, in arancione il piano cottura e in viola il piano per il fuoco:

Se volete si possono aggiungere piani di lavoro laterali, nicchie per riporre la legna o tutto quello che volete. No abbiamo deciso di fare una struttura semplice.

Dopo aver fatto un progettino occorre recuperare il materiale e gli attrezzi.

Attrezzi:

– Cazzuola

– Fratazzo

– Bolla

– Squadra

– Mazzetta

– Cariola

– Badile

– Filo a piombo

– Filo di ferro e pinza

– Martello e chiodi

– Sega per il legno

– Metro

– Flessibile con disco per il ferro e disco per la pietra

Materiale per il fondo:

– Betoncino

– Ghiaia

– Rete elettrosaldata o ferri per muratura sottili

– Ferri da muratura per ancorare la prima fila di blocchi

– Fodere (assi) per contenere la gettata

Materiale per la struttura:

– Blocchi di cemento (o mattoni)

– Malta per unire i blocchi

E’ importante calcolare il numero di mattoni o blocchi di cemento, come nel nostro caso, e la quantità di malta e betoncino necessari.

Facendo due conti usiamo esattamente 5 blocchi per piano che moltiplicato per 6 piani fa 30. Prendetene 2-3 in più per sicurezza nel caso se ne rompa uno, soprattutto se il rivenditore non è proprio vicino a casa!

2-3 sacchi di malta e 5-6 di betoncino dovrebbero bastare.

Abbiamo scelto dei blocchi con finitura liscia, quelli che non richiedono la rasatura dopo l’assemblaggio.

Fate attenzione alla scelta dei blocchi, infatti ne troverete di 3 tipi e dovrete fare un rapido calcolo dei pezzi che vi serviranno.

I tre tipi sono riportati nell’immagine qui sotto e sono:

1. divisi in tre sezioni con bordo non finito

2. diviso in tre sezioni con bordo finito

3. diviso in due sezioni con bordo finito

Il primo tipo viene usato quando il blocco ha altri blocchi ai lati, il secondo quando il blocco viene posto su uno spigolo e deve avere almeno un lato finito, il terzo invece è studiato per essere tagliato a metà e noi lo useremo su tre piani come testata.

Se non potete scegliere i tipi non preoccupatevi, con un po’ di abilità si potranno adattare!

Possiamo cominciare a lavorare!

Per prima cosa dobbiamo fare le fondamenta, queste deve essere belle stabili e leggermente più grandi della struttura del nostro barbecue.

Studiamo la posizione più adatta calcolando anche la direzione da cui arriva solitamente il vento in modo da non avere il fumo in faccia, la presenza di alberi che possono crearci una zona d’ombra in modo da non dover cucinare al sole (cucinare davanti al fuoco avendo il sole che picchia in testa non è tanto piacevole) e controllando che il terreno sia abbastanza stabile e in piano.

Creiamo un buco di 10-15 cm di profondità leggermente più grande della base che andremo a creare.

Tagliamo e inchiodiamo le fodere in modo da creare un bordo in legno dove potremo effettuare la gettata. Questo dovrà essere perfettamente il piano.

Posizioniamo alcuni sassi e ghiaia sul fondo e poi andiamo a mettere la rete elettrosaldata o i ferri per muratura legandoli tra loro con il fil di ferro.

A questo punto possiamo effettuare la gettata che dovrà essere di circa 5-10 cm di altezza.

Ora, aggiungendo altro betoncino, lisciamo la superficie e la portiamo in piano.

Prima che il piano asciughi completamente andremo a piantare dei ferri in verticale che serviranno ad ancorare la prima fila di blocchi di cemento al pavimento.

Lasciamo asciugare il tutto per almeno 24 ore prima di cominciare a costruirci sopra.

Quando il piano sarà secco cominceremo a posare la prima fila di blocchi fissandoli con la malta. Ricordiamoci di controllare che il tutto sia in piano e in squadra.

Effettuando un foro sulla parte superiore del blocco di cemento potremo andare a riempirlo con la malta in modo da renderlo molto più stabile e robusto.

Possiamo passare a posare il secondo strato di blocchi disponendoli alternati rispetto alla prima fila in modo da irrobustire la struttura.

Poseremo prima i blocchi interi.

Ora posiamo i pezzi tagliati nei buchi che abbiamo lasciato.

Ricordiamoci sempre di controllare che la superficie sia in piano con la bolla, che sia perpendicolare al pavimento con il filo a piombo e che i muri siano in squadra.

Passiamo quindi a fare il terzo piano disponendo i blocchi come per il primo piano.

Prima di posizionare i blocchi del quarto piano abbiamo effettuato dei tagli con il flessibile per inserire le zanche che reggeranno il piano dove brucerà la legna.

A questo punto posizioniamo le zanche a “Z” e la quinta fila di blocchi.

Sui blocchi della quinta fila effettueremo dei tagli per posizionare i ferri a “L” che reggeranno la piastra.

Ecco il taglio visto da vicino.

Appoggiamo i ferri e controlliamo che si posizionino correttamente. Lasciamo il ferro davanti leggermente più basso (1-2 cm) rispetto a quello dietro per creare una pendenza del piano che farà colare il grasso davanti e uscire il fumo dietro alla piastra.

Ecco un particolare.

Riempiamo gli spazi con la malta e fissiamo i ferri.

Ecco un particolare.

A questo punto possiamo posizionare anche l’ultima fila di blocchi di cemento.

Ecco la nostra struttura terminata.

Ora lasciamo asciugare bene tutto.

Passiamo a costruire il piano per la legna.

Dovremo recuperare una saldatrice a elettrodo o meglio a filo. Con la seconda infatti è più facile saldare le lamiere.

Cominciamo a costruire il raccogli cenere che andrà appoggiato sulle zanche a “Z”.

Abbiamo usato 2 semplici ripiani di uno scaffale con dimensioni 100 x 60 cm.

Uno come base e l’altro, tagliato a strisce, come sponde.

Tagliamo le sponde ripiegando le due estremità davanti e dietro e cominciamo a fissarle con dei punti di saldatura.

Facendo una linea di saldatura intera rischiamo di bruciare e forare la lamiera.

Cerchiamo di metterle perpendicolari al piano utilizzando dei morsetti e lasciamo una linguetta ripiegata su entrambe le sponde che aiuterà ad attaccare il fondo.

Prendiamo le misure, ritagliamo e saldiamo anche la sponda di fondo.

Davanti lasceremo aperto per facilitare la rimozione della cenere e per consentire un maggiore passaggio dell’aria.

La griglia per la brace.

Realizziamo ora una cornice con dei ferri a sezione quadrata che andrà a coprire quasi totalmente la superficie del raccogli cenere.

Abbiamo piegato leggermente in su i ferri sulla parte davanti in modo da evitare la caduta accidentale di tronchetti rotondi o pezzi di carbonella.

Ora andiamo a saldare dei semplici ferri da muratura all’interno della cornice.

Abbiamo diviso la cornice saldando un ferro a metà della larghezza per renderla più resistente.

Ecco come risulta.

Ora andremo a creare dei piedini che terranno sollevata la griglia della brace dal piano della cenere.

Saldiamo un dischetto di ferro su dei pezzetti di ferro per muratura.

In questo modo aumentiamo la superficie su cui si appoggia la griglia ed evitiamo che, aiutata dal calore del fuoco, buchi la lamiera.

Ne facciamo 6 che andranno posizionati nei quattro angoli e a metà della griglia.

Li tagliamo a circa 4-5 cm e li saldiamo alla struttura.

Ecco la griglia posizionata sul raccogli cenere.

Per il piano cottura utilizzeremo una lastra di pietra nera.

Costa molto meno delle piode e ce la possiamo far fare della misura che vogliamo!

Per farla durare un po’ di più nel tempo e per poterla agganciare ai supporti del nostro barbecue costruiamo una cornicetta con dei ferri a “L”.

La facciamo leggermente più piccola del piano raccogli cenere in modo che il grasso che cola andrà a cadere tutto sul piano senza sporcare per terra.

Le misure saranno 95 x 50 cm.

Rinforziamo la struttura saldando due ferri all’interno della cornice.

Sotto la cornice andremo a saldare quattro ferri a “L” negli angoli che serviranno per agganciare il piano di cottura sui due ferri a “L” del nostro barbecue.

Ecco un particolare di uno dei quattro “ganci”.

Appoggiando il piano sui ferri e facendolo scorrere in avanti si bloccherà.

Ecco lo schema di come si aggancerà.

Ecco il nostro barbecue finito! Buon lavoro e buon appetito! 😉

DSC_8923

26 Commenti

  • Ciao … è geniale il tuo progetto.
    Mi piacerebbe molto farne uno simile però mi sorge un dubbio. Tu hai fatto tutto senza usare mattoni refrettari, non succede nulla ai bordi intorno al fuoco?
    Se volessi fare un piano in cemento e accendere sopra li il fuoco secondo te è fattibile?
    Vorrei fare un piano per poterlo usare sia come barbecue a legna che con il fornello e il gas.

    Grazie mille
    Mauro

    • Kekko

      Ciao Mauro, ti rispondo con un po’ di ritardo… Scusa..
      Io ho usato solo blocchi di cemento e devo dire che regge bene anche se ormai è stato usato parecchie volte!
      Il piano in cemento te lo sconsiglio, perchè se metti la legna non riesci a farla “respirare” da sotto e la brace non si crea.
      Puoi farlo in ferro tipo il mio e appoggiare l’eventuale fornello a gas sul ferro.. 😉

      Grazie per la visita!
      Kekko

      • Buongiorno, anche a distanza di 3 anni riporto la mia opinione, il barbecue per essere realizzato ha bisogno di meno ferro possibile. Il basamento va bene farlo con rete elettrosaldata senza fessi sporgenti e costruire, per il ripiano, il metodo a mattoni refrattari è sicuramente il più indicato vista la durata e la resa. La brace arbe benissimo, basti pensare ad un forno a legna che lo si accende sopra il piano refrattario, che ha la proprietà di scaldare molto.
        Io l’ho realizzato con blocchi in calcestruzzo cellulare da 8x20x50 uno sopra l’altro, sfalsati, all’altezza di 80 cm ho posto dei tavelloni da lato a lato, gettato e rivestito quest’ultimo più i laterali con mattoni refrattari, costo totale circa 80€

  • Ciao, vorrei un consiglio: secondo te che modifiche dovrei apportare per costruire il barbecue non su terra, ma utilizzando come base la pavimentazione della veranda? potrei evitare di gettare un massetto ed utilizzare altra tecnica per fissare la struttura a terra? potrei utilizzare come punto fisso la parete dell’abitazione?

    • Kekko

      Ciao, come base va sicuramente bene, per la parete però eviterei di usare quella della casa e ne starei lontano per sicurezza.
      Occhio che il fumo e l’olio e i grassi sporcano parecchio! =)

  • il metallo e la malta anno coefficienti di dilatazione diversi questo sistema non puo durare a lungo

    • Kekko

      Ciao Pepper, è vero, hanno dilatazioni molto differenti, infatti conviene non fissare le barre di ferro su entrambi i lati del bbq ma da una sola parte e lasciarle scorrere sull’altro lato!
      Grazie per la precisazione e per la visita. 🙂

  • Ciao, complimenti per la destrezza, ottimo risultato. Volendolo eseguire, il basamento in cemento di quanto lo fai sporgere dal bordo del Barbecue?
    Io vorrei realizzare cuna cosa simile, ma con un granito intramezzo e facendo due calcoli il peso della struttura dovrebbe essere di circa 550 kg, con una dimensione di circa 70x50cm alla base…

    Grazie per la tua disponibilità

    • Kekko

      Ciao Silvio, grazie per la visita e per il commento! 🙂
      Il basamento puoi anche evitare di farlo sporgere se hai problemi di spazio, il mio sporge di 15-20cm per lato mi pare.
      Per cosa lo usi il granito? Come piano per bruciare la legna/carbonella? Occhio perchè con il calore si crepa inevitabilmente e con il tempo cade a pezzi.
      Ciaooo

  • che prontezza di riposta. Si il granito lo userò di sicuro sotto sotto come ripiano, e sopra mi piacerebbe riuscire a creare un bordo per appoggiare piatti di portata, pinze ecc… Chiaramente non a contatto con il calore

  • I really like your writing style, good information, regards for putting up kaadekfkkdaf

  • Cool article, It was helpful.

  • Nice article, It was helpful.

  • very nice post, i certainly love this web site, keep on it ekbfcfbeecek

    • Kekko

      Thank you John! 😉

  • Enjoyed studying this, very good stuff, regards . A man may learn wisdom even from a foe. by Aristophanes. kdbfccfdkgee

  • Buonasera, vorrei costruire un barbecue in muratura, solo che ho
    dei problemi nel trovare delle lastre di cemento che facciamo al mio caso.
    Ho visto su vari siti, senza trovare nulla. Vorrei chiedervi un consiglio:
    se usassi questi mattoni
    http://www.bricoman.it/negozio/edilizia/elementi-costruzione/mattoni/laterizio/blocco-calcestruzzo-20x25x50-cm/10052340/
    per fare tutta la struttura e poi ricoprire solo la parte del braciere con i
    mattoni refrattari, il barbecue uscirà bene? non vorrei che dopo tutta
    la fatica mi crollasse tutto, visto che non so se quel tipo di mattoni sia
    adatto per questo lavoro. Vorrei evitare di farlo tutti di mattoni refrattari, visto poi l’elevato numero di pezzi che mi servirebbero.
    Grazie

    • Kekko

      Ciao Edoardo, io ho usato proprio quel tipo di mattoni per la struttura, non sono refrattari e sicuramente dureranno meno soprattutto se esposti all’acqua e al freddo dell’inverno, ma ti durano cmq per anni. Ti consiglio di inserire delle bacchette di ferro facendole passare nei buchi dei mattoni una volta impilati e incementati, in questo modo crei una sorte di cemento armato rinforzando parecchio la struttura!

      • Grazie della risposta Kekko.
        Vorresti dire che mi conviene riempire le cavità dei mattoni invece di lasciarle così come sono ?
        Un’ultima domanda :
        vorrei usare questi tavelloni
        http://www.bricoman.it/negozio/edilizia/elementi-costruzione/mattoni/tavelloni/tavellone-wienerberger-120x25x6cm/10016511/
        per usarli sia come base di appoggio della brace e sia come banco d’appoggio, e poi ricoprirli con un leggere strato di cemento sia per renderli più resistenti e sia per rendere uniforme la superficie. oltretutto metterei dei mattoni refrattari dove ci sarà il fuoco. Dici che come idea vada bene?
        Io a fine lavoro avrei anche intenzione di dare una passata di intonaco alle parti non a contatto con il fuoco, così da rendere tutto più bello alla vista.
        Grazie

        • Kekko

          Non riempire tutti i buchi, solo quello/quelli in cui passano le bacchette di ferro per fissarla ai blocchi di cemento e basta.
          I tavelloni dovrebbero andare bene, se il tavolino lo fai a sbalzo metti anche li delle bacchette di ferro all’interno per evitare che si crepi e si rompa a furia di appoggiare chili e chili di carne cucinata! 😉
          L’intonaco, anche se all’esterno, forse salta via dopo un po’ che lo usi. Sicuramente migliora l’estetica cmq!
          Se vuoi posta qualche foto del tuo lavoro.

          Grazie per la visita.

          • Certo, solo che dovrai aspettare un po’ visto che ora non ho proprio tempo da dedicare a ciò.Sei stato gentilissimo 🙂

  • Complimenti ottima risorsa… condivido sui social 🙂

  • buongiorno kekko
    ma non so dove poter trovare la lastra di pietra nera, e in alternativa cosa ne pensi delle grate come nei barbecue in vendita normalmente e di materiale si possono fare, andrebbe bene i tondini lisci e poi saldati per fare appunto una grata?
    ciao e grazie
    Davide

    • Kekko

      Ciao Davide, la pietra nera (che non è altro che marmo) la trovi da un qualsiasi marmista, gli stessi che fanno i davanzali delle finestre.. Nel mio progetto iniziale avevo pensato di fare metà griglie e metà piastra, sono due tipi di cottura ben diversi, dipende da cosa intendi usare.
      Per costruirti la griglia sarebbe meglio usare acciaio inox, non arrugginisce e a contatto con i cibi è sicuramente più igienico. Se non hai mai saldato l’Inox ti consiglio di prenderne una già pronta da un Brico.. 😉
      Ciao e grazie per la visita!

      • grazie mille kekko,gentilissimo..

  • Ciao Kekko, complimenti per il tuo barbecue fatto molto bene.
    Io ne volevo fare uno simile e per questo volevo alcuni tuoi consigli. Il mio barbecue lo facevo in giardino considerando che è leggermente inclinato ma questo lo sistemavo facendo da una parte la profondità 15cm e dall’altra un pò di meno. Poi se ho capito bene riguardo le fondamenta dovrei ricoprire fino 10 cm di gettata e i rimanenti 5 cm di betoncino, giusto? Poi Te hai usato blocchi di cemento, mentre io volevo usare mattoni forati secondo te vanno bene lo stesso? (almeno così non dovrei fare i fori). Le zanche si chiamano proprio “zanca a Z”? I ferri a L come si chiamano veramente in modo tale da poter andare a comprarli. Infine se volessi evitare di costruire il piano per il legno cosa mi consigli? Stessa cosa vale per il piano cottura, te hai usato una lastra di pietra nera, io invece volevo usare la classica griglia.
    Ciao e grazie
    Roberto

Hai qualcosa da dire o suggerire? Lascia il tuo commento!

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi